imagealt

Dare to care. La comunità terapeutica e la legge 180


Il liceo all’ex OPP di Trieste

18 marzo 2016

L'importante è che abbiamo dimostrato che l'impossibile può diventare possibile” (F. Basaglia.Conferenze brasiliane, 1979)

Uda Follia, diversità, pregiudizio, stigma Classi VA VB VD VE

L’Unità di Apprendimento affronta il tema della salute mentale e dei modi con cui la medicina l’ha considerata nel tempo, con una focalizzazione sulla seconda metà del Novecento, secondo gli aspetti clinico, culturale, sociale, politico.

Gli studenti saranno messi a confronto con l’idea della diversità rappresentata dalla follia, con il pregiudizio e lo stigma che spesso accompagnano le persone che soffrono di malattie psichiche, con i diversi approcci scientifici e culturali al tema (psicoanalisi, psichiatria), con la questione della medicalizzazione della vita umana, con le esperienze di lavoro più innovative e sperimentali dell’area della salute mentale.

Nel 1908 viene inaugurato a Trieste l’ospedale psichiatrico cittadino, situato all’interno del Parco di San Giovanni.

basaglia

Negli anni Settanta il Parco diventa il luogo dell’innovazione e del cambiamento: è qui, infatti, che si realizza una rivoluzione di portata internazionale nel campo della psichiatria, grazie a Franco Basaglia e ai suoi collaboratori. L’ospedale e il Parco si aprono alla città: i malati sono liberi di uscire e i cittadini di entrare.

Le classi, dopo aver visitato i luoghi della città attraversati dalle memorie letterarie di Svevo e Joyce, si dedicheranno allo studio dell’esperienza specifica della comunità terapeutica basagliana attraverso una serie di esperienze laboratoriali.